2013

berio

  • PI_flyerA6_final-1
    19.00 “Luciano Berio: musica e testo”
    Intervento della Musicologa Dottoressa Angela Carone
    19.30 “Tre modi per sopportare la vita.”
    Performance ispirata al testo di Roberto Leydi.
    Regia: Sara Ercoli.
    Interpreti: Sara Ercoli e Carlo Loiudice.
    Foto e concept delle fotografie: Luigi Di Crasto,
    Voce recitante: Alberto Fortuzzi.
    20.00 Pausa con i sapori del Café Berio.
    20.30 “Recital for Luciano.” Concerto.
    Voce: Cristina Zavalloni.
    Piano: Andrea Rebaudengo.

    Sara Ercoli, Carlo Loiudice. ph by Luigi Di Crasto

  • REBAUDENGO_ZAVALLONI_ by Rita Cigolini_John Cage
    “The wonderful widow of eighteen springs”

    Charles Ives
    Da “Songs”:
    – Remembrance
    – Serenity
    – The Housatonic at Stockbridge
    – Songs My Mother Taught Me

    Luciano Berio
    “Quattro canzoni popolari”:
    – Dolce cominciamento
    – La donna ideale
    – Avendo gran disio
    – Ballo

    “Six Encores” (per pianoforte):
    – Brin
    – Leaf
    – Wasserklavier
    – Erdenklavier
    – Luftklavier
    – Feuerklavier

    Cathy Berberian
    “Stripsody” (per voce sola)

    Igor Strawinsky
    “Pribautki”:
    – Kornilo
    – Nataška
    – Polkovnik
    – Starec i zajac

    “The owl and the pussycat”

    “Tilim – Bom”

  • Luciano Berio (Imperia, 24 ottobre 1925 – Roma, 27 maggio 2003) è stato uno dei compositori più importanti e poliedrici del Novecento. Si è infatti occupato di musica strumentale, di teatro, di canti popolari, di sperimentazioni elettroniche e spesso ha unito nelle sue opere soluzioni tecniche d’avanguardia ad altre più tradizionali. Innovazione e tradizione convivono soprattutto nella sua musica vocale ed in particolare nel rapporto tra testo e musica. In alcuni brani Berio ha infatti utilizzato gli strumenti per accompagnare i testi scelti dal repertorio popolare per sottolineare il loro contenuto semantico o il sentimento evocato dalle parole. Altre volte, egli ha invece reso il testo poetico un autentico generatore di suoni vocali: questi possono imitare gli strumenti o essere ‘imitati’ dagli strumenti. I suoni che Berio ottiene dal testo possono anche essere associati a gesti vocali quotidiani (il ridere, il singhiozzare, il gridare) che aggiungono ai brani per voce sola una dimensione decisamente teatrale. Il testo è scomposto e le sue componenti (parole, sillabe, fonemi) sono organizzate secondo criteri musicali; così facendo, Berio trasferisce all’ambito vocale alcune sperimentazioni con il materiale verbale compiute in ambito elettronico. Il nuovo rapporto tra testo e musica così creato da Berio è estremamente rivoluzionario, tale per cui è addirittura possibile affermare che, in alcuni casi, il testo è musica.
    Angela Carone
    Luciano-Berio-mit-Rauch

    Luciano Berio con fumo,
    circa 1990.

    Luciano-Berio.-Probe-mit-den-Swingle-Singers

    Luciano Berio in prova con
    gli Swingle Singers per la prima
    esecuzione di ‘Sinfonia’,
    New York, 1968.

    “Archivio Privato Eredi Berio (per gentile concessione)”
    con speciale ringraziamento al Centro Studi Luciano Berio

    Copyright

  • Pentagramma italiano.
    Sulla via per Darmstadt. Festival di musica, parola, movimento.

    Lunedí, 27 Maggio 2013, ore 19:00.
    Villa Elisabeth, Invalidenstrasse 3, 10115 Berlino – Mitte.

    Prenotazioni: per telefono +49 (0) 30 – 44043644, o per e-mail: tickets@sophien.de
    Biglietti: € 14,-/ ridotti: € 9,-
    Trasporti pubblici:
    U8 Rosenthaler Platz (5 min), S-Nordbahnhof (8 min), Tram 8, 12 Brunnen-/Invalidenstraße (1 min). Limitate possibilitá di parcheggio.


    Ingrandisci mappa